Geografia

La linea costiera della regione, molto irregolare, si sviluppa per circa 530 km affacciandosi a nord sull’Oceano Atlantico, a est sul Canale del Nord e a sud-est sul mare d’Irlanda. L’interno della regione è costituito prevalentemente da un’ondulata pianura ricca di pascoli e prati al cui centro si trova il lago Neagh.

I rilievi dell’Irlanda del Nord sono formati dalle basse catene dei monti Mourne. I fiumi principali sono: il Lagan che sfocia nel Belfast Lough a Belfast, il Foyle, che segna parte del confine occidentale con la contea di Donegal, della repubblica d’Irlanda, e che sfocia nel Lough Foyle a Derry ed il Bann che nasce nel monte Mourne e sfocia nell’Oceano Atlantico.

Il clima è mite e umido tutto l’anno; ciò si deve soprattutto ai venti caldi della corrente del golfo. La flora e la fauna presenti nell’Irlanda non sono molto rilevanti, l’unica pianta autoctona è una specie di orchidea selvatica presente nella valle del fiume Bann. Tra la fauna è da segnalare una specie endemica, un tipo di coregone che vive nei laghi.

L’Irlanda del Nord ha un clima temperato marittimo, più umido a ovest rispetto all’est, anche se la copertura nuvolosa è persistente in tutta la regione. Il tempo è imprevedibile in ogni momento dell’anno, e anche se le stagioni sono distinte, sono considerevolmente meno pronunciate che nel resto dell’Europa centrale o della costa orientale del Nord America. La media massima diurna a Belfast è di 6,5 °C a gennaio e 17,5 °C nel mese di luglio. Gran parte della regione è coperta da una ricca prateria verde, conseguenza del clima umido e della massiccia deforestazione durante il 16 ° e 17 ° secolo.

Temperatura massima più alta: 30,8 °C a Knockarevan, nei pressi di Garrison, Contea di Fermanagh il 30 giugno 1976 e a Belfast il 12 luglio 1983. Temperatura minima più bassa: -18.7 °C a Castlederg, County Tyrone, il 23 dicembre 2010.

Fonte: Wikipedia

I commenti all'articolo "Geografia"

Scrivi il tuo commento tramite

Loading Facebook Comments ...
Loading Disqus Comments ...