Mercato di Belfast, il St George’s Market

di
St George’s Market, Belfast © Andrea Lessona

St George’s Market, Belfast © Andrea Lessona

Oltre i suoi mattoni rossi in stile vittoriano, il mercato di Belfast rivela un mondo antico di performance e contrattazioni moderne: dal venerdì alla domenica, alcuni artisti e oltre 300 commercianti si contendono l’attenzione e l’acquisto dei presenti.

Anche se l’offerta dei prodotti in vendita è davvero ampia, molti di loro vengono al St George’s Market più per vivere l’atmosfera di un tempo passato scandita da qualche nota musicale che per comprare davvero qualcosa.

Edificato in tre fasi tra il 1890 e il 1896, in May Street vicino al fiume Lagan, il mercato di Belfast è l’ultimo coperto della capitale nord-irlandese. Disegnato da JC Bretland, l’edificio in mattoni rossi e arenaria ha l’ingresso tratteggiato da archi romani.

Sulle mura esterne del St George’s Market, c’è il motto latino della città: Pro Tanto Quid Retribuamus che significa “Cosa dobbiamo dare in cambio per così tanto”. E quello in gaelico: Lámh Dearg na Éireann, la “Mano Rossa d’Irlanda”.

Dentro il mercato di Belfast, le lunghe file ordinate di bancarelle mettono in mostra di tutto: carne, pesce, frutta e verdura fresca, prodotti biologici, oggetti di artigianato locale, vecchi vestiti, libri e fumetti.

Così mentre le faccio passare una a una, posso davvero vivere l’atmosfera del St George’s Market che sin dalla sua apertura ha caratterizzato la vita degli abitanti della città. Durante la Seconda Guerra Mondiale, quando dal cielo cadevano bombe naziste, si rifugiavano qui.

Di quei rumori di morte, oggi, resta solo l’eco della batteria: insieme ad altri strumenti ravviva alcune performance musicali o teatrali organizzate per qualche occasione particolare. O solo per correggere le voci stonate dei commercianti nel mercato di Belfast.

Molti di loro hanno ereditato da nonni o genitori lavoro e passione. Alcune bancarelle sono rimaste addirittura le stesse – tradizione tramandata di un mondo antico da vivere con prodotti nuovi tra i mattoni rossi in stile vittoriano del St George’s Market.

Per approfondire:
Wikipedia

I commenti all'articolo "Mercato di Belfast, il St George’s Market"

Scrivi il tuo commento tramite

Loading Facebook Comments ...
Loading Disqus Comments ...